Monte nel cinema

Un luogo dove fare quattro chiacchiere per tutto quanto ruota intorno alla Lancia Beta Montecarlo & Scorpion
Rispondi
Bunkai
Messaggi: 111
Iscritto il: lunedì 6 agosto 2012, 8:59

Monte nel cinema

Messaggio da Bunkai » lunedì 12 agosto 2013, 13:50

Vorrei condividere una foto tratta da un film con Alain Delon in Pour la Peau d'un Flic 1981.
Notare i proiettori anteriori della Monte per il mercato Francese.
Saluti
Allegati
Alain Delon Pour la Peau d'un Flic- 1981.jpg

Andrea
Site Admin
Messaggi: 150
Iscritto il: giovedì 12 marzo 2009, 10:16
Modello: Prima Serie Coupé
Da dove scrivi: Lucca

Re: Monte nel cinema

Messaggio da Andrea » lunedì 12 agosto 2013, 15:52

Perdona l'ignoranza... cosa c'è di diverso ??

E' il colore che dà sul giallognolo ??
Andrea Ghilardi
Montecarlo coupè azzurra del 1975

betamonte
Messaggi: 19
Iscritto il: martedì 27 novembre 2012, 19:08
Modello: Prima Serie Coupé

Re: Monte nel cinema

Messaggio da betamonte » martedì 13 agosto 2013, 10:23


Bunkai
Messaggi: 111
Iscritto il: lunedì 6 agosto 2012, 8:59

Re: Monte nel cinema

Messaggio da Bunkai » martedì 13 agosto 2013, 15:06

Andrea, nel sito dove si elencano le differenze tra S1 e S2, si menziona come la Monte destinata al mercato Francese avesse una lampadina diversa dalla altre Monte ma aggiungo che il proiettore era dedicato per tale mercato. La foto che ho postato principalmente serviva a mostrare appunto la colorazione giallina peculiare delle auto Francesi fino al 1993. Le auto straniere per circolare in Francia erano obbligate ad applicare un adesivo giallo sui vetri dei proiettori.
Curiosità: sebbene l' obbligarietà delle luci gialle fosse sancita dal codice della strada Francese , l' utilizzo delle luci gialle ebbe inizio nel 1936 in quanto vi era la necessità notturna di riconoscere immediatamente i veicoli stranieri (Tedeschi) da quelli Francesi .

Saluti.

Andrea
Site Admin
Messaggi: 150
Iscritto il: giovedì 12 marzo 2009, 10:16
Modello: Prima Serie Coupé
Da dove scrivi: Lucca

Re: Monte nel cinema

Messaggio da Andrea » martedì 13 agosto 2013, 21:33

Fabio, ma sui fanali per il mercato francese della Monte era applicato un adesivo trasparente giallognolo oppure proprio il vetro era proprio di colorazione gialla ?

Nella carrellata completa manca un film.... non proprio di serie A ma di una certa importanza per la filmografia di un "certo tipo".
Qualche tempo fa avevo fatto una riduzione del film per youtube ma mi è stato censurato...
Chi sa di che film parlo ??
Andrea Ghilardi
Montecarlo coupè azzurra del 1975

Bunkai
Messaggi: 111
Iscritto il: lunedì 6 agosto 2012, 8:59

Re: Monte nel cinema

Messaggio da Bunkai » martedì 13 agosto 2013, 23:59

Andrea, il film era quello con Cicciolina...però il migliore filmato è quello con la stupenda ragazza bruna che presenta la Monte: qualcuno di voi sa chi era?
Per quanto riguarda i proiettori
Solo le auto che si trovavano in transito sul territorio Francese dovevano applicare l' adesivo giallo oppure verniciare i vetri dei proiettori con una vernice gialla trasparente. Le auto prodotte o importate in Francia dovevano avere i proiettori gialli.
Nel caso della Monte la variante riguardava il colore del vetro del proiettore e la lampadina.
Saluti

Antonio Oliva
Messaggi: 8
Iscritto il: lunedì 12 novembre 2012, 12:07
Modello: Prima Serie Coupé
Da dove scrivi: Delémont (Svizzera)

Re: Monte nel cinema

Messaggio da Antonio Oliva » venerdì 16 agosto 2013, 20:43

I francesi per le macchine usavano tutte le lampadine gialle veniva messo un bulbo sulle lampadine nel periodo della guerra, così potevano riconoscere il nemico tedesco, adesso si trovano ancoro poche con le lampadine gialle (non coloravano i vetri) come in Italia la targa resta con l'auto

Bunkai
Messaggi: 111
Iscritto il: lunedì 6 agosto 2012, 8:59

Re: Monte nel cinema

Messaggio da Bunkai » sabato 17 agosto 2013, 8:34

Antonio non ho ben capito il tuo contributo alla discussione ma forse mi sono spiegato poco chiaramente.
Inizio uso luci gialle nel1936, divieto di installare luci bianche su auto di nuova costruzione dal 1937, obbligatorietà di avere luci gialle su tutte le auto dal 1939.
L' inizio guerra mondiale è del Settembre 39 e invasione della Francia è del Maggio 40. Da metà del 1940 le luci gialle non furono più obbligatorie per due motivi : a) inutili ormai per identificare il nemico visto che la Francia era occupata e quindi i problemi erano ben altri; b) il pigmento per colorare il vetro delle lampadine era ottenuto con l'uso di metalli pesanti ( cadmio) e quindi riservato per usi militari. Successivamente il cadmio per la colorazione dei vetri dei bulbi non venne più utilizzato in quanto tossico e potenzialmente cancerogeno.
Terminata la IIWW le lampade gialle divennero nuovamente obbligatorie in Francia a partire dal 1949 e tali rimasero fino al 1993.
I metodi per ottenere la luce gialla all' epoca erano i seguenti: bulbo della lampadina in vetro giallo, lampadina normale sopra il cui bulbo veniva installato un palloncino di vetro giallo ( rimovibile o fisso) , proiettori con vetri di colore giallo.
Ribadisco che tutte le auto in transito o con targa straniera sul territorio francese avevano l'obbligo ad avere luci gialle quindi: sostituzione delle lampadine bianche con quelle gialle oppure applicazione di un filtro adesivo giallo sul vetro del proiettore oppure colorazione con vernice gialla trasparente i vetri dei proiettori. Un semplice ricerca su e bay consente di trovare ancora sia la pellicola adesiva che la vernice gialla per proiettori.
Inoltre le auto provenienti dall' inghilterra dovevano anche provvedere a modificare la proiezione del fascio di luce ( loro hanno guida RHD) tramite l'applicazione di apposite mascherine ( vedi Halfords) da applicare sopra i vetri dei proiettori oppure con l'applicazione di adesivi neri a spicchio sopra una parte dei proiettori. Saluti

Rispondi