Motore Beta Montecarlo 174CV

Livio Salvino, oltre a essere un grande amico, ha elaborato diverse Beta Montecarlo per uso stradale, oltre alla famosa Montecarlo color oro che il Pilota Alessandro Trentini ha condotto vittoriosamente in tutta Italia aggiudicandosi il Challange Salita Auto Storiche

Moderatore: livio salvino

livio salvino
Messaggi: 41
Iscritto il: martedì 3 settembre 2013, 21:18
Modello: Non ho la montecarlo...
Da dove scrivi: ciriè (to)

Motore Beta Montecarlo 174CV

Messaggio da livio salvino » venerdì 4 ottobre 2013, 14:02

presento in questo topic il motore Lancia Beta Montecarlo nella sua prima evoluzione!!! potenza 174 cv senza carter secco!!! potenza 174 cv.

Questa elaborazione è stata fatta per un amico francese che usa la montecarlo per uso prettamente stradale, ma che si diverte spesso anche in pista e in rievocazioni rallystiche

calcolo rapp compressione 001.JPG
lancia beta su banco prova 003.jpg
lancia beta su banco prova 006.jpg
se avete domande non avete che da chiedere!!!!!!

Bunkai
Messaggi: 111
Iscritto il: lunedì 6 agosto 2012, 8:59

Re: Motore Beta Montecarlo 174CV

Messaggio da Bunkai » venerdì 4 ottobre 2013, 21:47

Buonasera Sig. Salvino ma ore è lei che ci deve dire di più: dalle foto non possiamo sapere che elaborazione è stata eseguita. Possiamo notare le bielle in acciaio forgiato e pallinato ad H rovesciata con bulloni ad alta resistenza, pistoni stampati ad alta compressione , una testa lavorata in prova di tenuta accoppiamento sede-valvole, un motore con pulegge regolabili e due doppio corpo. Ancora si nota che la calotta del sistema di accensione è in posizione originale per cui pure la testa è quella originale. Arrivare a 174cv con un motore affidabile e una testa a 8V è rimarchevole ma temo che il lavoro eseguito sia stato moltissimo . Attendiamo con impazienza di sapere che tipo di preparazione è stata eseguita per il raggiungimento di tale potenza.
Grazie e cordiali saluti

livio salvino
Messaggi: 41
Iscritto il: martedì 3 settembre 2013, 21:18
Modello: Non ho la montecarlo...
Da dove scrivi: ciriè (to)

Re: Motore Beta Montecarlo 174CV

Messaggio da livio salvino » venerdì 4 ottobre 2013, 22:19

Bunkai ha scritto:Buonasera Sig. Salvino ma ore è lei che ci deve dire di più: dalle foto non possiamo sapere che elaborazione è stata eseguita. Possiamo notare le bielle in acciaio forgiato e pallinato ad H rovesciata con bulloni ad alta resistenza, pistoni stampati ad alta compressione , una testa lavorata in prova di tenuta accoppiamento sede-valvole, un motore con pulegge regolabili e due doppio corpo. Ancora si nota che la calotta del sistema di accensione è in posizione originale per cui pure la testa è quella originale. Arrivare a 174cv con un motore affidabile e una testa a 8V è rimarchevole ma temo che il lavoro eseguito sia stato moltissimo . Attendiamo con impazienza di sapere che tipo di preparazione è stata eseguita per il raggiungimento di tale potenza.
Grazie e cordiali saluti
Buona sera a lei Bunkai!!
A conti fatti questo è stato un lavoretto niente male! Le bielle fotografate sono forgiate e lavorate su macchine utensili ma si può fare meglio.
Stampati e fasce elastiche piccole le feci costruire da una nota azienda italiana del settore con delle misure mie, ma si sono rivelate di scarsa durata. La testa è lavorata con valvole maggiorate con stelo da 7 mm, molle più rigide, guide in bronzo un diametro interno sede con un profilo un po particolare quello che lei vede non è una prova di tenute ma il calcolo del volume della camera di scoppio, dato essenziale al fine del calcolo del rapporto di compressione.
I due doppio corpo sono dei Weber 44 DCNF, camme di mio profilo, ho utilizzato i tubi primari del collettore di SC fornitomi dal proprietario e variando totalmente il rimanente dello scarico, alleggerii l'albero motore di 5o6 ettogrammi, il volano equilibratura mi fermai al rapporto di compressione a 10'9 a 1 e ando benino, chiaro è che di lavoro ce ne è a volontà, senza carter secco.

Bunkai
Messaggi: 111
Iscritto il: lunedì 6 agosto 2012, 8:59

Re: Motore Beta Montecarlo 174CV

Messaggio da Bunkai » sabato 5 ottobre 2013, 9:14

Buongiorno Sig. Salvino,
Sembra la maledizione del cilindro N.4, non sapevo fosse così critico: ancora per problemi di lubrificazione o raffreddamento? Ma senza carter secco non vi è modo di risolvere il problema della lubrificazione insufficiente?
Un rapporto di compressione 10,9:1 mi pareva già alto, ma ciò non sembra dal suo post: a quanto si può arrivare senza rischiare problemi ?
Personalmente ero convinto che la camera di scoppio andasse lavorata solo se era previsto l'utilizzo di valvole di grandi dimensioni, oltre 44 mm, in caso contrario quelle originali potevano essere lasciate invariate: che mi può dire? La lavorazione della testa è un argomento tecnicamente molto affascinante e allo stesso tempo complesso che mi interessa molto.
Grazie e saluti.Fabio

livio salvino
Messaggi: 41
Iscritto il: martedì 3 settembre 2013, 21:18
Modello: Non ho la montecarlo...
Da dove scrivi: ciriè (to)

Re: Motore Beta Montecarlo 174CV

Messaggio da livio salvino » sabato 5 ottobre 2013, 17:44

Bunkai ha scritto:Buongiorno Sig. Salvino,
Sembra la maledizione del cilindro N.4 , non sapevo fosse così critico: ancora per problemi di lubrificazione o raffreddamento? Ma senza carter secco non vi è modo di risolvere il problema della lubrificazione insufficiente?
Un rapporto di compressione 10,9:1 mi pareva già alto, ma ciò non sembra dal suo post: a quanto si può arrivare senza rischiare problemi ?
Personalmente ero convinto che la camera di scoppio andasse lavorata solo se era previsto l'utilizzio di valvole di grandi dimensioni, oltre 44 mm, in caso contrario quelle originali potevano essere lasciate invariate: che mi può dire?La lavorazione della testa è un argomento tecnicamente molto affascinante e allo stesso tempo complesso che mi interessa molto.
Grazie e saluti.Fabio
purtroppo il problema sta solo sul 4°cilindro perchè è quello piu distante dalla pompa dell'olio!!!!il raffreddamento non da problemi, una volta accertato, sul banco prova,che le diversità di temperature tra entrata e uscita dal motore stia tra gli 8/9 gradi,poi sotto la vettura, nella peggiore delle ipotesi,si aumenta la sezione della massa radiante!!!!
purtroppo senza carter secco, con rotazioni di oltre 6000,è l'unico strumento che da sicurezza!!!
un rapporto di compressione di 10,9 a 1 non dico che sia basso,ma neanche troppo elevato nell'ultima versione del motore,sono andato a 11,7 a 1 e non ci sono problemi di detonazione!!la testa chiaro è che va lavorata per alloggiare valvole piu grandi, la massima misura che io adotto in questi motore è 44mm oltre questa misura non conviene andare,riempimento di entrata si rduce drasticamente!!! prove che abbiamo fatto flussando i condotti!!!!le valvole di serie che di diametro 42 sono sufficienti per un motore di circa 150/ 155 cv, poi il discorso andrebbe approfondito con la testata davanti e non dietro a una tastiera!!

ivan
Messaggi: 28
Iscritto il: venerdì 31 agosto 2012, 21:34
Modello: Prima Serie Spider / Targa
Da dove scrivi: Piazza Armerina (EN)

Re: Motore Beta Montecarlo 174CV

Messaggio da ivan » sabato 5 ottobre 2013, 22:41

Carissimo con molto piacere apprendo quanto da te già detto, io mi trovo attualmente un motore con un rapporto di compressione di 12,5/1 come bielle, pistoni, assi a camme ti po di testata, albero motore, alimentazione e scarico è tutto cambiato, nonchè assetto e sistema frenante.
Una curiosità, come assi a camme sia nell'aspirazione che nello scarico quale rapportatura adotti?
Per quanto riguarda il carter a secco anche io avevo intenzione di far realizzare quello a secco, ma poi il preparatore ha lavorato su una tubazione supplementare e in effetti a 7000-7200 giri non ho nessun problema di pesacaggio inerente il 4° cilindro.
Forse l'unica cosa che abbiamo in comune tra il tuo ed il mio motore sono i carburatori da 44,.
Tra il mese di marzo o aprile al massimo, dovrò recarmi a torino per la sostituzione di una testata con doppia candela per cilindro e 4 bobine che alimentano ognuno un cilindro, per quanto riguarda gli assi a camme monterò una distribuzione di 50 come aspirazione e 80 come scarcio per il raggiungimento degli 8000 rpm. Nel sentire al più presto una tua risposta un cordiale saluto da Ivan

livio salvino
Messaggi: 41
Iscritto il: martedì 3 settembre 2013, 21:18
Modello: Non ho la montecarlo...
Da dove scrivi: ciriè (to)

Re: Motore Beta Montecarlo 174CV

Messaggio da livio salvino » domenica 6 ottobre 2013, 9:17

ivan ha scritto:Carissimo con molto piacere apprendo quanto da te già detto, io mi trovo attualmente un motore con un rapporto di compressione di 12,5/1 come bielle, pistoni, assi a camme ti po di testata, albero motore, alimentazione e scarico è tutto cambiato, nonchè assetto e sistema frenante.
Una curiosità, come assi a camme sia nell'aspirazione che nello scarico quale rapportatura adotti?
Per quanto riguarda il carter a secco anche io avevo intenzione di far realizzare quello a secco, ma poi il preparatore ha lavorato su una tubazione supplementare e in effetti a 7000-7200 giri non ho nessun problema di pesacaggio inerente il 4° cilindro.
Forse l'unica cosa che abbiamo in comune tra il tuo ed il mio motore sono i carburatori da 44,.
Tra il mese di marzo o aprile al massimo, dovrò recarmi a torino per la sostituzione di una testata con doppia candela per cilindro e 4 bobine che alimentano ognuno un cilindro, per quanto riguarda gli assi a camme monterò una distribuzione di 50 come aspirazione e 80 come scarcio per il raggiungimento degli 8000 rpm. Nel sentire al più presto una tua risposta un cordiale saluto da Ivan
ciao Ivan!!! ben sentito per la prima volta!! prima di tutto hai un motore da gara o uno stradale? il rapporto 12,5 a 1 è molto elevato, come hai fatto a misurarlo?
cosa vuol dire rapportatura aspirazione e scarico????? la soluzione di applicare un tubo che porti piu olio al 4° cilindro lo facevamo gia negli anni 80 ma è sempre stato un palliativo di dubbia utilità!! altra cosa che non capisco è quando dici: "per quanto riguarda gli assi a camme monterò una distribuzione di 50 come aspirazione e 80 come scarcio per il raggiungimento degli 8000 rpm" se puoi parla con un parole tecniche piu approppriate alla motoristica!!! saluti Livio

livio salvino
Messaggi: 41
Iscritto il: martedì 3 settembre 2013, 21:18
Modello: Non ho la montecarlo...
Da dove scrivi: ciriè (to)

Re: Motore Beta Montecarlo 174CV

Messaggio da livio salvino » domenica 6 ottobre 2013, 9:17

ivan ha scritto:Carissimo con molto piacere apprendo quanto da te già detto, io mi trovo attualmente un motore con un rapporto di compressione di 12,5/1 come bielle, pistoni, assi a camme ti po di testata, albero motore, alimentazione e scarico è tutto cambiato, nonchè assetto e sistema frenante.
Una curiosità, come assi a camme sia nell'aspirazione che nello scarico quale rapportatura adotti?
Per quanto riguarda il carter a secco anche io avevo intenzione di far realizzare quello a secco, ma poi il preparatore ha lavorato su una tubazione supplementare e in effetti a 7000-7200 giri non ho nessun problema di pesacaggio inerente il 4° cilindro.
Forse l'unica cosa che abbiamo in comune tra il tuo ed il mio motore sono i carburatori da 44,.
Tra il mese di marzo o aprile al massimo, dovrò recarmi a torino per la sostituzione di una testata con doppia candela per cilindro e 4 bobine che alimentano ognuno un cilindro, per quanto riguarda gli assi a camme monterò una distribuzione di 50 come aspirazione e 80 come scarcio per il raggiungimento degli 8000 rpm. Nel sentire al più presto una tua risposta un cordiale saluto da Ivan
ciao Ivan!!! ben sentito per la prima volta!! prima di tutto hai un motore da gara o uno stradale? il rapporto 12,5 a 1 è molto elevato, come hai fatto a misurarlo?
cosa vuol dire rapportatura aspirazione e scarico????? la soluzione di applicare un tubo che porti piu olio al 4° cilindro lo facevamo gia negli anni 80 ma è sempre stato un palliativo di dubbia utilità!! altra cosa che non capisco è quando dici: "per quanto riguarda gli assi a camme monterò una distribuzione di 50 come aspirazione e 80 come scarcio per il raggiungimento degli 8000 rpm" se puoi parla con un parole tecniche piu approppriate alla motoristica!!! saluti Livio

ivan
Messaggi: 28
Iscritto il: venerdì 31 agosto 2012, 21:34
Modello: Prima Serie Spider / Targa
Da dove scrivi: Piazza Armerina (EN)

Re: Motore Beta Montecarlo 174CV

Messaggio da ivan » domenica 6 ottobre 2013, 12:40

Per quanto riguarda il rapporto di compressione, posso solo dirti ciò è che mi ha detto il preparatore, per quanto riguarda le camme le misure da me indicate rispettivamente 50 e 80 si tratta dell'apertura iniziale delle valvole con il pistone prima del P.M.S. per quanto riguarda l'asp. cioè 50°, mentre per lo scarico 80° prima del P.M.I. il 50 ed l'80 sono i gradi prima del P.M.S. e prima del P.M.I..
Per quanto riguarda il rapporto di compressione, dovrebbe essere dato dal tipo di pistone, vedrò in seguito di postarne qualcuno,
Come bielle utilizzo delle sainz, mentre le camere della testata parte dell'alluminio è stato asportato.
Per quanto riguarda il lavoro che dovrò effettuale a marzo o ad aprile a torino, e quello della sostituzione della testa nell'estetica simile a quella originale ma con valvole più grosse rispetto a quella odierna che monto attualmente essendo della ritmo 130 con apertura delle valvole di 30° nell'asp. e 70° nello scarico, inoltre la testa è stata conformata artigianalmente per ospitare due candele per cilindro per una migliore combustione, quindi verra eliminato l'attuale spinterogeno e la relativa accensione elettronica e ogni cilindro successivamente verrà alimentato da una bobina per un totale di 4 bobine.
Il collettore alquati di cui dispongo, verrà accorciato alla base nell'attacco dell'aspirazione della testata per una migliore resa, mentre i carburatori, gli attuali 44, saranno dotati di un coperchio collegato con un filtro a fungo nella parte inferiore dell'auto per una migliore aspirazione.
Inoltre è stato modificato il differenziale aplicando un Torsen e regolato al 30%,
Dopo le modifiche effettuate, rispetto allo stato attuale, dovrei prendere circa 10-15 cv.
La monte che possiedo, dovrebbe essere una gr. 4 da pista, ma il sottoscritto la adopera come stradale, come scarico attualmente monto un 4 in 1 con silenziatore in lana di roccia, anche se il preparatore di torino mi indicava di rimettere il 4-2-1 per una migliore resa già sotto i 2000 giri
Spero di essere stato chiaro nell'intrepretazione della meccanica.
Un saluto da Ivan

livio salvino
Messaggi: 41
Iscritto il: martedì 3 settembre 2013, 21:18
Modello: Non ho la montecarlo...
Da dove scrivi: ciriè (to)

Re: Motore Beta Montecarlo 174CV

Messaggio da livio salvino » domenica 6 ottobre 2013, 14:44

Successiva elaborazione del motore per il Beta, ho apportato qualche modifica per poter avere qualche cavallo in piu'.
In primo i carburatori, già sul banco prova notammo che i 44 DCNF, ad alto regime non riuscivano più a fornire alimentazione al motore, optai per i 48 IDF con un collettore di AS derivato dal 124 Abarth e con l'aggiunta di distanziali inclinati di 20°per poter compensare l'inclinazione del motore fatto direttamente dalle Lancia un lavoro di fresa, noioso e difficile!!!!
Ma il problema non era finito, lo spinterogeno da spostare altrimenti i 48 non montavano, allora presi dal mio magazzino un supporto albero a camme del 124 Abarth, il quale montava lo spinterogeno comandato dall'albero di scarico e realizzai una camma uguale a quella del motore precedente ma con l'ingranaggio calettato direttamente sull'albero, utilizzai il medesimo spinterogeno, con la sostituzione dell'ingranaggio terminale (sempre 124) e cosi il problema fu risolto.

Altra variante fu l'albero motore, adottai un 8 contrappesi del 131 Volumetrico, anche se non era molto appropriato al tipo di rotazione che volevo io, comunque meglio questo che quello di serie, aumentai il rapporto di compressione da 10,9 a 11,3 le solite bielle anche se non sono un gran capolavoro di motoristica, infatti molto robuste dove non serve, e deboli dove servirebbe robustezza (piede di biella dove alloggia lo spinotto) montammo vari accorgimenti

Rispondi