Motore Beta Montecarlo 174CV

Livio Salvino, oltre a essere un grande amico, ha elaborato diverse Beta Montecarlo per uso stradale, oltre alla famosa Montecarlo color oro che il Pilota Alessandro Trentini ha condotto vittoriosamente in tutta Italia aggiudicandosi il Challange Salita Auto Storiche

Moderatore: livio salvino

ivan
Messaggi: 28
Iscritto il: venerdì 31 agosto 2012, 21:34
Modello: Prima Serie Spider / Targa
Da dove scrivi: Piazza Armerina (EN)

Re: Motore Beta Montecarlo 174CV

Messaggio da ivan » domenica 6 ottobre 2013, 14:54

Chiedo scusa signor Salvino, ma potrei avere un'indicazione che tipo di assi a camme dispone la sua monte?

livio salvino
Messaggi: 41
Iscritto il: martedì 3 settembre 2013, 21:18
Modello: Non ho la montecarlo...
Da dove scrivi: ciriè (to)

Re: Motore Beta Montecarlo 174CV

Messaggio da livio salvino » domenica 6 ottobre 2013, 14:59

ALBERO MOTORE 131.JPG
albero motore a 8 contrappesi del 131 Volumetrico montato sul motore Beta

Bunkai
Messaggi: 111
Iscritto il: lunedì 6 agosto 2012, 8:59

Re: Motore Beta Montecarlo 174CV

Messaggio da Bunkai » domenica 6 ottobre 2013, 16:51

Sig. Salvino buongiorno,
grazie al suo spunto nel post precedente mi sono andato a vedere il Rapporto di Compressione calcolato con il metodo dei liquidi .
Il motore Montecarlo con corsa 90mm non credo, ma qui chiedo a lei, si presti benissimo a lavorare ad alto numero di giri altrimenti la velocità lineare del pistone sarebbe molto elevata proprio a causa della corsa lunga. Ecco la domanda: per un Montecarlo molto elaborato quale potrebbe essere la massima velocità lineare del pistone che si può raggiungere in sicurezza ?
Non è stato menzionato in precedenza ma rimane sottinteso che quando le nostre domande dovessero riguardare i "segreti del mestiere" giustamente la risposta sarà vaga o non vi sarà risposta.
Cordiali saluti, Fabio

livio salvino
Messaggi: 41
Iscritto il: martedì 3 settembre 2013, 21:18
Modello: Non ho la montecarlo...
Da dove scrivi: ciriè (to)

Re: Motore Beta Montecarlo 174CV

Messaggio da livio salvino » domenica 6 ottobre 2013, 18:28

Bunkai ha scritto:Sig. Salvino buongiorno,
grazie al suo spunto nel post precedente mi sono andato a vedere il Rapporto di Compressione calcolato con il metodo dei liquidi .
Il motore Montecarlo con corsa 90mm non credo, ma qui chiedo a lei, si presti benissimo a lavorare ad alto numero di giri altrimenti la velocità lineare del pistone sarebbe molto elevata proprio a causa della corsa lunga. Ecco la domanda: per un Montecarlo molto elaborato quale potrebbe essere la massima velocità lineare del pistone che si può raggiungere in sicurezza ?
Non è stato menzionato in precedenza ma rimane sottinteso che quando le nostre domande dovessero riguardare i "segreti del mestiere" giustamente la risposta sarà vaga o non vi sarà risposta.
Cordiali saluti, Fabio
Il motore Montecarlo o bialbero fiat con corsa di 90 mm poco si presta a lavorare ad alto regime in virtu del fatto che la velocita lineare del pistone è molto alta gia a 6000 rpm la velocità dei pistoni non dovrebbe mai superare i 21m/s, diciamo che questo sarebbe il limite entro il quale si potrebbe stare tranquilli, ma poi non è detto bisogna sempre vedere se il motore ha molto "carico"per carico intendo la quantita di aria-benzina che entra!! il calcolo della velocita del pistone si calcola cosi:la corsa moltiplicato 2, moltiplicato il numero di giri massimo e il tutto diviso 60000 per cui a 7000 giri in un motore del genere siamo al limite dei materiali dei bulloni biella per cui io starei sotto ai 7000 giri anche solo di 200 giri per non andare incontro a spiacevoli sorprese!!! diverso è se si sostituiscono le bielle con altre piu robuste e specialmente con dei bulloni robustissimi che in certo qual modo evitino il tipico" allungamento" dei bulloni medesimi,altro modo di poter evitare "sbiellate" è ridurre il piu possibile il peso delle masse alterne, questo aiuta a togliere un pò di inerzia alle bielle in movimento,ho detto aiuta!!!! saluti Livio

ivan
Messaggi: 28
Iscritto il: venerdì 31 agosto 2012, 21:34
Modello: Prima Serie Spider / Targa
Da dove scrivi: Piazza Armerina (EN)

Re: Motore Beta Montecarlo 174CV

Messaggio da ivan » martedì 8 ottobre 2013, 19:21

Buona sera signor Salvino, potrei sapere con che tipo di distribuzione, ossia l'apertura delle camme sia per l'asp. che per lo scarico, è conformata la sua monte? Grazie.
Saluti da Ivan

livio salvino
Messaggi: 41
Iscritto il: martedì 3 settembre 2013, 21:18
Modello: Non ho la montecarlo...
Da dove scrivi: ciriè (to)

Re: Motore Beta Montecarlo 174CV

Messaggio da livio salvino » martedì 8 ottobre 2013, 20:45

ivan ha scritto:Buona sera signor Salvino, potrei sapere con che tipo di distribuzione, ossia l'apertura delle camme sia per l'asp. che per lo scarico, è conformata la sua monte? Grazie.
Saluti da Ivan
buona sera signor Ivan, sui miei motori ,in linea generale monto alberi a camme con profilo ed alzata differenziate nel caso specifico del Monte all'incrocio valvole l'ho regolata 4,50 per l'aspirazione e 3,40 per lo scarico

Bunkai
Messaggi: 111
Iscritto il: lunedì 6 agosto 2012, 8:59

Re: Motore Beta Montecarlo 174CV

Messaggio da Bunkai » venerdì 11 ottobre 2013, 10:02

Buongiorno Sig. Salvino,
si parla spesso di preparazione della testa in motori elaborati ma potrebbe dirci quali sono i punti fondamentali per la preparazione ( stradale o gr.4 come crede più opportuno) di una testa 8 valvole della Montecarlo ?
Grazie e saluti,
Fabio

livio salvino
Messaggi: 41
Iscritto il: martedì 3 settembre 2013, 21:18
Modello: Non ho la montecarlo...
Da dove scrivi: ciriè (to)

Re: Motore Beta Montecarlo 174CV

Messaggio da livio salvino » venerdì 11 ottobre 2013, 21:23

Bunkai ha scritto:Buongiorno Sig. Salvino,
si parla spesso di preparazione della testa in motori elaborati ma potrebbe dirci quali sono i punti fondamentali per la preparazione ( stradale o gr.4 come crede più opportuno) di una testa 8 valvole della Montecarlo ?
Grazie e saluti,
Fabio
Buonasera sig. Fabio
per una preparazione di un buon stradale non necessita obbligatoriamente di valvole maggiorate, è sufficiente una buona levigata e lucidata ai condotti e lavorare l'interno sede valvola al limite del diametro della valvola di serie; diverso è un buon gruppo 4 dove il condotto andrà grande, ben raccordato e con la sede valvola e la valvola maggiorati.
Altre cose che noi lavoriamo sono le valvole in Nimonic con lo stelo da 7 mm anzichè 8 mm come il motore di serie, sedi valvole in acciaio ed ultimamente adoperiamo come materiale lo XANTAL, anche le guida valvole le facciamo noi a mano, ricavate dalla barretta di bronzo, un bronzo specifico di cui però io non so darle il nome esatto con una lavorazione esterna guida più sottile possibile.
Posto qualche foto di teste che abbiamo preparato per i motori Beta Montecarlo
testa beta montecarlo 002.JPG
testa beta montecarlo 004.JPG
testa beta montecarlo 008.JPG
testa beta montecarlo 012.JPG
testa beta montecarlo 014.JPG

Rispondi